A volte lo desideriamo, nonostante una vocina ci dica che non porta alcun beneficio per la salute, la maggior parte di noi lo mangia, lo usa in cucina quasi ogni giorno. Ma quanto sappiamo dello zucchero, della differenza tra quello bianco e quello marrone e sulla verità, ahi noi dura, delle conseguenze del suo consumo eccessivo.

Entrambi i tipi di zuccheri, sia quelli marroni che quelli bianchi, sono considerati dolcificanti raffinati. Questi dolcificanti raffinati non hanno molto valore nutrizionale e spesso apportano solo alti valori calorici.

Se dal un punto di vista del gusto lo zucchero bianco tende ad essere più dolce dello zucchero di canna, dal punto di vista della salute, quello di canna è leggermente preferibile allo zucchero bianco. Questo perché lo zucchero di canna, benché fondamentalmente zucchero bianco con melassa, è costituito anche da alcuni minerali come magnesio, ferro e calcio.

Tuttavia, non si può inserirlo nella lista di cibi sani, in quanto questi elementi sono presenti in una minima quantità, da non essere una vera fonte di sostanze nutritive.

Lo zucchero bianco si ottiene con la raffinazione dello zucchero grezzo. Ciò implica che è stato “spogliato” e sbiancato. Una volta estratto dalla pianta, viene sottoposto ad un processo di trasformazione che prevede: la depurazione, il trattamento con anidride carbonica, un trattamento con acido solforoso per privarlo del colore naturalmente scuro dello zucchero (sbiancato anche con ossa di animali), cottura, raffreddamento e cristallizzazione.

In seguito lo zucchero viene ulteriormente filtrato e decolorato e, per eliminare definitivamente il colore ambrato, viene colorato con il colorante blu idrantene.

Una volta terminato il processo sopra descritto, si ottiene il comune zucchero bianco, bello e buono ma privo di sostanze nutritive ed è proprio quello che troviamo nella maggior parte di cibi e bevande: nei biscotti, nei cereali per la colazione, nelle merendine, nella cioccolata, nelle caramelle, nelle gomme, nei liquori e nelle bevande gassate (persino in quelle senza zucchero).

Malgrado si pensi che lo zucchero sia un male solo per i nostri denti, in verità esso può esserlo per la salute in generale e per le funzioni di tutto il corpo. Può, ad esempio, compromettere l’equilibrio del pH sano, necessario per modulare il nostro sistema immunitario.

Lo zucchero agisce anche come carburante per i funghi (es. Candida) e può provocare molte eruzioni cutanee.

Gli alimenti ricchi di zuccheri possono inoltre, contribuire all’acutizzarsi delle infiammazioni, può aggravare condizioni croniche, contribuire al dolore articolare, portare mal di testa, squilibri ormonali, ed altri problemi di salute indesiderati come creare una vera dipendenza.

Cassie Bjork, fondatrice di Healthy Simple Life, afferma infatti: “La ricerca dimostra che lo zucchero può essere paragonato alla cocaina, perché attiva i recettori degli oppiacei nel nostro cervello e può anche provocare un comportamento compulsivo”.

La nutrizione ha un ruolo fondamentale per la nostra salute ed il benessere in generale di tutti i nostri organi, come per la pelle che è l’organo più grande del nostro corpo. Alimentandoci quindi con alimenti nutrienti appropriati possiamo essere ed apparire in armonia e in salute.